VITTORIA PROPONE UN PAC A BASSO RISCHIO


 

La compagnia assicurativa nel prodotto InvestiMeglio A Modo Mio offre un piano di accumulo ancorata ad una gestione separata

di Fausto Tenini e Alessandro Lazzari * (Assinews)

Vittoria InvestiMeglio A Modo Mio è un prodotto di investimento assicurativo di tipo misto rivalutabile a premio unico ricorrente e versamenti aggiuntivi, legato ad una gestione separata. La polizza da la possibilità di predisporre un piano di accumulo con elevata flessibilità del piano di versamenti programmati, le cui prestazioni si rivalutano annualmente (in positivo o in negativo) in base al rendimento della gestione separata Fondo Vittoria Obiettivo Crescita.

Il premio versato non coincide però con il premio investito, in quanto la parte di premio versato trattenuta a fronte dei costi del contratto non concorre alla formazione del capitale che sarà corrisposto in caso di decesso dell’assicurato, di riscatto o liquidazione a scadenza. Il cumulo totale dei premi versati non può eccedere il valore di un milione di euro. In caso di sospensione dei versamenti il contratto resta in pieno vigore per il capitale assicurato maturato fino a quel momento, che continuerà ad essere rivalutato. La sospensione dei versamenti programmati non pregiudica peraltro la possibilità di ripristinarli, né di effettuare versamenti aggiuntivi.

Il contraente può inoltre richiedere la modifica dell’importo dei versamenti programmati e la loro frequenza, la sospensione e la riattivazione del piano dei versamenti, nei limiti di un importo complessivo annuo di versamento programmato pari a 24 mila euro. Il prodotto ha una durata variabile da 10 a 20 anni ed il contratto si estingue automaticamente alla scadenza. L’età contrattuale dell’assicurato dovrà essere compresa tra 18 e 80 anni alla data di decorrenza. Alla scadenza del contratto, in caso di vita dell’assicurato, la società liquiderà ai beneficiari il capitale assicurato rivalutato (in positivo o in negativo). Stessa cosa in caso di decesso dell’assicurato.
Il capitale assicurato è costituito dal montante dei capitali acquisiti con ciascun versamento, al netto dei costi, rivalutati in base al rendimento della gestione separata. E’ esercitabile il diritto di riscatto totale o parziale. La scelta della gestione separata porta con sè conseguenze in termini di rischio e redditività attesa, in entrambi i casi contenuti. La contabilizzazione degli attivi al costo storico fa si che i saliscendi dei mercati finanziari vengano quasi del tutto annullati, mentre la composizione del portafoglio è prevalentemente indirizzata a componenti obbligazionarie principalmente denominate in euro, anche tramite l’acquisto di quote di fondi ove servisse.

La gestione separata può inoltre investire in quote o azioni di società immobiliari, in altri titoli di capitale e in generale in tutte le attività ammesse dalla normativa di settore, a condizione che gli investimenti in titoli obbligazionari e in strumenti di liquidità denominati in euro rappresentino almeno il 55% del portafoglio.

La gestione può a tal proposito comprendere investimenti in strumenti finanziari o altri attivi emessi, gestiti o promossi da soggetti appartenenti al gruppo Vittoria Assicurazioni o collegati allo stesso, che non potranno però superare il 30% del portafoglio. Interessante in tal senso il portafoglio del fondo, che ingloba solo il 16% di Btp, mentre la quota più importante degli investimenti mira al 40% di obbligazioni in euro affiancate dal 30% circa di fondi diversificati, che evidentemente hanno aiutato a raggiungere il buon risultato del 2019. Che evidenzia una performance annua al lordo dei costi pari al 3,02%. Il Kid riporta invece i rendimenti attesi medi annui sull’orizzonte temporale suggerito, a 10 anni, già al netto di tutti i costi del prodotto assicurativo. In caso di mercati finanziari fortemente sotto pressione la perdita media annua da mettere in conto può arrivare allo 0,74% annuo, mentre in caso di scenario favorevole si tramuterebbe in un utile medio annuo dell’1,08%. (riproduzione riservata)