SICUREZZA STRADALE, DIVENTA OBBLIGATORIA L’INSTALLAZIONE DI SISTEMI ECALL DI BORDO


Dal 1° Aprile  il sistema di emergenza basato sul 112 diventerà obbligatorio in tutta Europa per i nuovi tipi di automobili e veicoli leggeri, in virtù della legislazione varata dall’Unione europea nel 2015 su iniziativa della Commissione europea

Dal 1° Aprile “eCall”, il sistema di emergenza basato sul 112, diventerà obbligatorio in tutta Europa per i nuovi tipi di automobili e veicoli leggeri, in virtù della legislazione varata nel 2015 dall’Unione europea su iniziativa della Commissione europea.

Il sistema – si legge in una nota – compone automaticamente il 112 (il numero di emergenza europeo unico) in caso di gravi incidenti stradali e comunica, tramite il satellite di navigazione europeo Galileo, la posizione del veicolo ai servizi di emergenza. Il sistema è attivabile manualmente e non registra alcun dato, limitandosi a trasmettere le informazioni essenziali. La Commissione ha già testato nel suo Centro comune di ricerca i dispositivi eCall forniti dai produttori e nello scorso mese di gennaio ha pubblicato degli orientamenti per i centri di omologazione.

Si stima che il sistema eCall dimezzerà i tempi di risposta dei servizi di emergenza nelle zone rurali e li ridurrà fino a un 60% nelle zone urbane, salvando centinaia di vite ogni anno e attenuando le conseguenze delle ferite provocate da tali incidenti.

Nel 2016 – prosegue la nota – 25.500 persone hanno perso la vita sulle strade dell’Unione Europea, mentre 135.000 persone hanno riportato ferite gravi. Per salvare più vite “e andare avanti nella costruzione di un’Europa che protegge”, la Commissione europea sta inoltre lavorando a una nuova serie di iniziative per la sicurezza stradale, che verranno presentate nel corso dell’anno.