LA FANTASIA DEI TRUFFATORI NON HA LIMITI: CREATO UN PORTALE DOVE ATTESTARE FALSAMENTE L’AUTENTICITA’ DI POLIZZE CONTRAFFATTE


Il sito Coperturaveicolo.it non è altro che uno strumento che supporta chi promuove e commercializza polizze farlocche tramite siti internet non riconducibili a intermediari assicurativi iscritti nel Rui.

 

L’home page del sito www.coperturaveicolo.it

 

 

 

 

 

 

 

 

Non solo siti internet falsi che vendono polizze altrettanto fasulle a ignari clienti. C’è anche chi ha creato un portale dove andare a vedere se si è assicurati: è www.coperturaveicolo.it e a segnalarlo è stata l’Ivass.

Il sito, ha informato l’istituto di vigilanza, offre la possibilità di verificare la copertura assicurativa RC auto, anche temporanea, dei veicoli. Dai controlli effettuati, però, è emerso che questo sito è impiegato per «attestare falsamente l’autenticità di polizze contraffatte promosse e commercializzate tramite siti internet non riconducibili a intermediari assicurativi iscritti nel Rui».

Per avvalorare le informazioni nell’home page del sito appare un presunto copyright ANIA Italia. L’Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici ha, però, formalmente disconosciuto la titolarità del sito. Pertanto, l’Ivass ha chiesto l’urgente oscuramento del portale alle autorità competenti.

I consumatori, ricorda l’Ivass, possono chiedere chiarimenti e informazioni al contact center dello stesso istituto di vigilanza al numero verde 800-486661 dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 14,30.

I consumatori possono verificare la copertura RC auto dei veicoli a motore e dei rimorchi immatricolati in Italia, inserendo i relativi numeri di targa ne Il Portale dell’automobilista, dove sono offerti servizi di e-government del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Fabio Sgroi